V-Ray è un motore di rendering a pagamento, della bulgara Chaos Group, presente per vari programmi di grafica 3D, tra i quali troviamo Autodesk 3ds Max, Rhinoceros, Cinema 4D, Maya, Softimage XSI, SketchUp, Blender.

Funzionalità

Questo potente ed elastico motore di rendering permette di fare rendering fotorealistici ed illustrativi grazie alle funzionalità che supporta, tra le quali troviamo:

  • GI (acronimo di Global Illumination, ed è l’illuminazione globale, anche detta indiretta)
  • DoF (acronimo di Depth of Field, “profondità di campo” e permette la realizzazione di render con uno o più oggetti sfocati)
  • Caustiche (fenomeno fisico di accumulo di luce riflessa o rifratta proiettata in forme caratteristiche su altri oggetti, ad esempio la forma a cardioide della luce riflessa dall’interno di un cilindro o le forme irregolari in movimento sul fondo di una piscina provocate dalla non uniformità della superficie ondulata)
  • Raytracing (tecnica di illuminazione che traccia il percorso di ogni raggio di luce emesso dalla sorgente luminosa)
  • Photon Mapping (sistema di illuminazione che crea una “mappa” fotoni per illuminare la scena)
  • Fur (permette la creazione di chiome e pellicce)
  • HDRI (acronimo di High Dinamic Range Imaging)

Caratteristiche

La tecnica di illuminazione chiamata Irradiance Map, è la caratteristica principale di questo motore di rendering, che permette la creazione di “mappe” di illuminazione da applicare alle scene 3D, in modo veloce e molto scalabile, potendo interagire sulla quantità di fotoni, sulla loro dimensione, sulla “potenza” della GI, e molti altri parametri. Tutto questo lo rende tra i motori di rendering più popolari e utilizzati per qualsiasi tipo di applicazione, come render di interni, esterni ed illustrazioni. Questo motore di rendering viene installato sempre come plugin e si integra molto bene nel programma principale, fornendo materiali vray, luci vray, ed effetti vray.

La versione 1.5

La nuova versione 1.5 implementa alcune nuove features come:

  • Motion Blur per il Particle System
  • Sun and Sky System (che permette di simulare il colore della luce e del cielo della scena semplicemente variando la posizione della Vray Sunlight)
  • Ambient Occlusion (un effetto simile alla GI ma molto più veloce da calcolare, anche se più impreciso)
  • Fast SSS approximation (SSS è l’acronimo di Sub Surface Scattering, uno shader che permette di simulare i materiali traslucidi)
  • Physically based camera (una telecamera che simula gli effetti fisici reali permettendo la regolazione dell’otturatore e del diaframma).

Collegamenti esterni